Un Vinitaly da incorniciare per i vini dei Colli Piacentini

June 10, 2024

E’ decisamente pieno il calice con cui il Consorzio Tutela Vini Doc Colli Piacentinibrinda alla chiusura di Vinitaly 2023.L’ultimo giorno del Salone internazionale del vino e dei distillati di Verona èl’occasione per fare il bilancio diquattro giorni ricchi di incontri, degustazioni ed eventi che hanno registratoun grandissimo interesse nei confronti delle produzioni DOC e IGT del territorio e la conferma di sinergieimportanti per la promozione di un’enogastronomia di qualità che rende questaregione d’Italia particolarmente apprezzata da operatori del settore edenoturisti.

Sono stati davveronumerosi i buyer e gli addetti ai lavori arrivati per degustare i prodotti delnostro territorio a testimonianza della crescita dell’appeal dei vinipiacentini che stiamo constatando e sostenendo già da alcuni anni” dichiarasoddisfatto il Presidente del Consorzio MarcoProfumo. “A conquistare i wine loversin cerca di novità e, allo stesso tempo, a convincere anche i palati piùesigenti è la capacità dei nostri vini di coniugare un’estrema piacevolezza conuna grande tipicità, due caratteristiche vincenti in un mercato che premiasempre più prodotti in grado di raccontare una storia unica e di emozionare”.

Sold out la masterclass “Il mito della Malvasia” tenutasi lunedì 3 aprile, ultima tappa diun progetto di cooperazione trasnazionale che ha coinvolto Gal Parnonas, Galdel Ducato e Gal dell’Istria Centrale. La Malvasia dei Colli Piacentini è stataproposta in degustazione insieme a quella di Parma, convincendo alla prova delcalice sommelier, importatori e giornalisti.

E proprio gli operatoridella stampa sono stati più numerosi che mai allo stand del Consorzio perapprofondire il percorso di aggiornamento dei disciplinari di produzione destinatia introdurre per la prima volta nel Piacentino una piramide qualitativa completa dei vini sul modello di alcuni deipiù prestigiosi comprensori vitivinicoli italiani.

“Nelle nostre vallate produciamo già da tempovini eccellenti – sottolinea il responsabile della Commissione diComunicazione del Consorzio PatrizioCampanache presto potranno contaresu disciplinari più razionali, chiari e inclusivi in grado di renderemaggiormente efficace la loro promozione in Italia e all’estero. I riscontripositivi avuti in questi giorni dalla stampa di settore rafforza la nostra fiducianell’ambizione di voler far diventare i colli piacentini un territorio di forterichiamo a livello enologico ed enoturistico”.  

Tra le migliaia di persone passate a degustarei vini delle cantine associate presenti allo stand del Consorzio (Casa Benna, Marengoni, Santa Giustina,Tenuta Pernice, Cantina di Vicobarone e Cantine 4 Valli) e negli standaziendali (Mossi 1558, Cantine Campana, Il Casello), hanno fatto tappa nellagiornata inaugurale di Vinitaly anche il Presidente della Regione EmiliaRomagna Stefano Bonaccini el’Assessore all'agricoltura e agroalimentare Alessio Mammi.

POST IN EVIDENZA